13 giugno, 2011

3

Erbacce sì ma commestibili!

In primavera e con l'estate dietro l'angolo, le belle giornate, il sole e le passeggiate si portano dietro la voglia irrefrenabile di raccogliere le profumatissime erbe ed i fiori che con i loro sfavillanti colori ricoprono prati verdi in campagne e vallate.
Anche per quelli di noi un po' meno esperti nel riconoscimento botanico è comunque una meravigliosa opportunità, basta organizzarsi con una delle tante guide tascabili, un paio di forbici ed un sacchettino di stoffa o meglio ancora un cestino per regalarsi gioia e soddisfazione che certo un po' di insicurezza non può di sicuro impedirci di provare visto che per quella il rimedio è lì sotto i nostri occhi: delle belle immagini e delle dettagliate descrizioni!

La raccolta di erbe spontanee commestibili poi ci permette di riappropiarci del valore della natura ricordandoci che ...




3 ✿。:*gocce di rugiada*。✿*゚:

.B. ha detto...

ciao splendoressa di donna dal bel sorriso ^^

ne crescono a bizzeffe dietro casa mia, dove porto il cane a correre...tarassaco, ciliegie selvatiche e fragole, gelsi, cicoria, tarassaco, finocchio e finocchietto, cicuta maculata....insomma praticamente una spesa gratis :))
bacioni ^^
Bibi

Kia ha detto...

wooow...puuure iooo! nooo...io non sono per nulla così fortunata, diciamo che qualcosina sì ma non così!;)
ebbrava Bibi!:)))un abbraccione!

Re Use ha detto...

Anche sto imparando a riconoscere le piante spontanee! nella tua lista puoi aggiungere anche il ramolaccio guarda qui:

http://ortostorto.blogspot.it/2012/03/pasta-con-ramolaccio.html

è buonissimo!


      
      
        
      
      
    
      
            
        
          
      
   
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...