09 luglio, 2010

3

Spunti di eco-riduzione....

 Uno dei libri al quale si addice perfettamente il famoso detto "non si giudica un libro dalla copertina" è sicuramente "La vita ridotta all'osso" di Leo Hickman - Ponte alle grazie editore. Quando ho acquistato questo libro devo dire che è stato un po' d'impulso perché, appunto come dicevo, a guardarlo certo non sarebbe sembrato quello che in realtà è: esilarante nella sua ingenuità. Per farla breve è la storia di...




3 ✿。:*gocce di rugiada*。✿*゚:

Mallory ha detto...

Mi hai dato qualche nuovo spunto ale regole che già seguo grazie mille!! Ad esempio non avevo pensato alla borraccia!!
Un'idea utilissima e anche simpatica, ricordo da bambina per i pic nic con i miei nel bosco non mancava mai, ognuno aveva la sua , fantastico, l'avevo dimenticato!!

Kia ha detto...

;)...figurati la faccia in un giorno assolato e afoso delle persone che ti stanno attorno quando tu tirerai fuori dalla tua borsetta la tua eco-borraccia e sorseggerai freschissima la tua acqua....:)))...ihihihih

theez ha detto...

Al posto di comprare succhi di frutta in bottiglia fare spremute in casa. sono più sane e non producono plastica. e per averle uguali a quelle imbottigliate basta annacquarle

sostituire l'acqua minerale frizzante con l'acqua del rubinetto e idrolitina (o cristallina, dipende da come la si chiama), pesa di meno, costa di meno e si fa sempre nella stessa bottiglia.

al posto del the freddo in bottiglia comprare i pacchi giganti di quello solubile oppure, se se ne ha il tempo, farlo in casa col the vero

conservare i barattoli di tutto quello che compriamo, quelli degli yoghurt vanno bene per fare le semine delle piante e per molti lavori di bricolage, quelli delle verdure sono comodissimi per mille oggetti.

Ci sono migliaia di possibilità per fare ecologia ed economia insieme, e nessun motivo valido per non farlo!


      
      
        
      
      
    
      
            
        
          
      
   
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...