06 maggio, 2010

5

Petrolio: cronaca di un disastro ambientale






27 aprile 2010


Domenica alcune squadre di intervento hanno schierato sommergibili comandati a distanza, nel tentativo disperato di fermare il flusso (la fuoriuscita di greggio, stimata attualmente intorno ai 1,000 barili (160,000 litri) al giorno)di petrolio proveniente dal luogo in cui è avvenuto l’incidente che ha distrutto l’impianto di locazione BP, il Deepwater Horizon, nel Golfo del Messico.


5 ✿。:*gocce di rugiada*。✿*゚:

.manu. ha detto...

Grazie per le informazioni, chiare e precise. Le diffonderò quanto più possibile. Pensavo proprio ieri che pare che più si parli di una cosa e meno se ne dica, ogni TG tratta l'argomento ma le informazioni a riguardo sono davvero poche per chi si limita a pigiare il telecomando (e purtroppo ce n'è molti!). Menomale che c'è il pc! ;)

Kia ha detto...

almeno in rete l'nformazione per ora viaggia...in tv direi che la spearanza è davvero ridotta ad un lumicino...ho trovato molti siti con molte informazioni circa l'argomento ma il succo è questo, per ora.
Certo che le conseguenze saranno inimmaginabili almeno finchè non si sarà arresta la perdita e già ora ciò che accadrà con il bioaccumulo credo che sarà disastroso, per non parlare poi della distruzione di ecosistemi e microambient. La situazione è più grave di quel che dicono.
come al solito.

Anonimo ha detto...

tante grz grazie a te prenderò 10 (almeno mi auguro xD)
mi servono ste informazioni per un temino.. dirai chi se ne frga ma sono le 21:27 ed è tutta la giornata che penso a cosa scrivere..
vabùù
ciao
pc ti amo

Kia ha detto...

:)

Gargamella ha detto...

.. la cosa " bella" che ad oggi, 7 dicembre 2010, già non se ne parla più, è la maggior parte della gente non se ne ricorda più!


      
      
        
      
      
    
      
            
        
          
      
   
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...