23 ottobre, 2009

4

DiY: colora i capelli con l'hennè, l'indigo e gli altri...


Quando avevo 15 anni feci la conoscenza di quello che poi sarebbe diventato uno dei miei principali alleati in fatto di cure di "bellezza" come si è soliti dire (io che geneticamente portata a 20 anni iniziai ad avere i primi capelli bianchi)…l'henné!

La mia prima esperienza fu alquanto burrascosa, pasticciai e imbrattai tutto il bagno di schizzi di terriccio verdognolo che nel giro di dieci minuti diventarono rossastri…mia mamma maledì l'erborista che me lo vendette…il risultato fu davvero poco allettante e dimenticai la sua esistenza fino a quando a primo anno di università un'amica mi invitò ad aiutarla con una "polvere vegetale" per colorare i capelli…





4 ✿。:*gocce di rugiada*。✿*゚:

Erbaviola ha detto...

Interessante! molte cose non le sapevo.
L'indigo io lo uso anche per ravvivare il nero di golf e abiti invernali, è ottimo e naturale :)

Kia ha detto...

dai! ma è vero, è davvero un'ottima idea!!!^-^allora ci proverò anch'io....ma lo fai a mano, vero?:)

Giò ha detto...

Ciao Kia, un paio di mesi fa ho usato una tinta di quelle che durano circa 6 settimane. Quando consigli di aspettare 6 mesi dall'ultima tinta ti riferisci anche a quel tipo tinte?
Grazie mille

Giò ha detto...

Ciao Kia, eccomi quasi pronta per cominciare la colorazione. Vorrei usare l'indigo per colorare e coprire i bianchi e mi pare di aver capito che per farlo al meglio si debba prima colorare con hennè. Per colorazione in due fasi cosa si intende esattamente? Ho guardato sul sito capellidifata e sul sito delle colorazioni di saicosatispalmi ma non ho trovato una risposta. Devo tenere l'hennè 3 h circa, poi sciacquare e tenere l'indigo altre 3 h circa oppure si puo' fare in giorni separati? Devo usare l'hennè rosso puro o pensi che anche il neutro vada bene?
Grazie e complimenti per il blog, è utilissimo.


      
      
        
      
      
    
      
            
        
          
      
   
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...