22 ottobre, 2008

4

Vestire di natura e cosa esce da un inceneritore:nuovo numero di aam terranuova

Mi è arrivato il nuovo numero di AAM terranuova, ossia quello di novembre 2008....tra i tanti articoli 2 hanno catturato la mia attenzione.
Il primo dal titolo "cosa esce da un inceneritore?" di Beatrice Salvemini e il secondo "Vestire di natura" di Gabriele Bindi.

Sostanzialmente nel primo vengono chiariti molti punti che probabilmente chiunque di noi si è chiesto almeno una volta nella vita soprattutto dopo ciò che è e sta accadendo in Campania ma non solo, mentre il secondo è una bella inchiesta che analizza da varie angolazioni i tanti aspetti che si celano dietro la produzione (e quindi la scelta) di un "semplice" capo d'abbigliamento...



4 ✿。:*gocce di rugiada*。✿*゚:

Lo ha detto...

io appena posso compro vestiti del commercio equo e devo dire che la linea solidal coop è una bella opportunità: il mio compagno riesce a vestirsi quasi integralmente, io un po' meno ma vedo che di anno in anno la linea migliora: ho addosso una flpa carinissima! Grazie anche per tutte le altre info! un abbraccio

Kia ha detto...

sì anch'io la utilizzo e per ciò che rigaurda gli intimi e per quel che è abbigliamento in genere, dalle t-shirt ai jeans e anch'io li trovo davvero di ottima qualità, oltre che eticamnete ed ecologicamnete corretti....un bacio e sempre felice di poterti esser stata utile!;P

Erbaviola ha detto...

in quali coop andate per trovarli? io li ho trovati solo alla coop Ducale di Vigevano ma pochissimi, poche taglie e un paio di colori (esattamente quelli che detesto, nero e marrone) :(

Kia ha detto...

Io trovo moltissimo all'ipercoop di Vignate prov. di Milano vicino a Segrate, e poi anche a Cassano d'Adda,ho trovato qualcosina, sempre prov. di Milano, ma qui non si può provare perchè non ci sono i camerini...


      
      
        
      
      
    
      
            
        
          
      
   
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...