13 settembre, 2008

2

Navdanaya, agricoltura sostenibile in India


150.000 agricoltori indiani si sono suicidati tra il 2001 e il 2007. In particolare questa pratica è diffusa nel villaggio di Vidarbha , al centro della cotton belt ora nota come suicide belt. Gli agricoltori arrivano al suicidio per via dei debiti, contratti per comprare semi sterili sotto brevetto, da piantare in monoculture che richiedono alte dosi di fitofarmaci. Ne parlavamo qualche giorno fa su ecoblog e torniamo sull’argomento con una buona notizia sentita a Terra Futura...



2 ✿。:*gocce di rugiada*。✿*゚:

Lo ha detto...

è molto interessante...grazie

Kia ha detto...

non c'è di chè! ;) felice d'esserti stata utile!


      
      
        
      
      
    
      
            
        
          
      
   
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...