31 maggio, 2007

5

AIUTIAMOLI A CHIUDERE L'ALLEVAMENTO MORINI


ISCRIVITI ALLA MAILING LIST

Per ricevere tutti gli aggiornamenti della campagna, partecipare alle proteste e agire in prima persona alla chiusura di questo allevamento iscriviti alla nostra mailing list. Arriveranno alla tua casella max. 3-4 mail al mese.

Manda una e-mail a: chiuderemorini-subscribe@lists.riseup.net

Dopodichè riceverai una mail da confermare con istruzioni all'interno.



5 ✿。:*gocce di rugiada*。✿*゚:

avv. fè garosi ha detto...

"un giorno gli uomini giudicheranno della morte di un animale come di quella di un uomo". Leonardo da Vinci. Per il resto, vi invito solo ad amare di più ogni essere vivente, a due o quattro zampe.Chi non commenta, forse non ha parole per gli orrori che l'uomo compie.

Alchimista ha detto...

buongiorno a tutti, premettendo che sono un'amante degli animali (in casa ho una testudo e due gerbilli) e che sono uno studente di chimica e tecnologie farmaceutiche, vorrei farvi capire che lo studio e la ricerca su cavie da laboratorio è essenziale al fine di trovare cure per le malattie che affligono l'uomo.
I maltrattamenti che voi denunciate non vengono assolutamente fatti, uno perchè invaliderebbero i dati della ricerca (un'animale sotto stress avrà valori differenti rispetto ad uno in salute) e due perchè esistono leggi molto serie.
Leggete come va tenuto uno stabulario e quali sono le condizioni di mantenimento degli animali da laboratorio.
Dal mio punto di vista, inoltre, è meglio che muoiano 1000 topi, piuttosto che un bambino!
Esistono comunque nuove tecniche, quali la bioinformatica, volte a limitare l'uso di animali e trovare molecole + efficaci (dato l'elevato costo di mantenimento e il problema etico della loro uccisione).
Come ho detto prima, amo gli animali, ma difronte ad una scelta fra un'animale ed un essere umano, non ho dubbi, salvo la vita ad un uomo!

Kia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Kia ha detto...

eccoti il link : http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90208,00.html

Kia ha detto...

innanzitutto scusate il ritardo...avv.fè garosi...attendo quel giorno!^-^
Alchimista: Ti parla qualcuno che studia biologia eppure ha deciso d’essere obbiettrice di coscienza. Purtroppo ciò che dici ormai non corrisponde più alla realtà , in quanto è da molto tempo che è stato dimostrato che la sperimentazione animale deve essere superata in quanto non da’ più risultati realmente sttendibili,e questo non lo dico io o gli animalisti ma lo dicono i centri di ricerca di università dove si fa’ la vera ricerca e non quelli , come la maggior parte dei nostri i quali vengono sovvenzionati da case farmaceutiche o ospedali militarizzati tutt’altro che oggettivi e super partes.
Ti consiglio di dare un’occhiata a questo link e di, per un momento, prendere per vero ciò che ti sto dicendo e con mente aperta informarti oltre ciò che ti dicono in genere.
Purtroppopo è riscontrabile che in un mondo didattico come quello dell’università italiana nel quale dovrebbe essere portata avanti la conoscenza a dispetto delle proprie convinzioni o inclinazioni (o pressioni) c’è ancora oggi chi seguita a dire e insegnare ai proprii studenti, futuri ricercatori forse, che la sperimentazione è a tutt’oggi l’unico metodo attuabile e estrememanete necessario. Invece, dovrebbero rendere noto che in luoghi come per esempio il cnr di Parigi persone come claude reiss, biologo e il suo team, sostengono da molto tempo l’inattendibilità degli esperimenti su animali, oppure render noto che è dimostrato che esistono sostanze tossiche negli animali ma che invece sono terapeutiche per gli esseri umani e sostanze terapeutiche negli animali e che poi si dimostrano tossiche negli esseri umani (vedi l’acidoacetilsalicilico, la vit. C , la talidomide, …) e come dice lo stesso C.Reiss “È dimostrato in modo assolutamente rigoroso che i cromosomi sono caratteristici di ogni specie tanto che non si possono sposare con quelli di un’altra. Allora se testiamo un prodotto su due specie differenti il risultato può essere lo stesso, ma anche opposto. Perciò è inutile fare un esperimento su una specie presa a modello, come un topo o un ratto, perché non è detto che il risultato si possa trasferire sull’uomo. Farlo è un po’ come giocare alla roulette russa con la salute. Il che non è accettabile.”
Ma soprattutto ciò su cui bisogna riflettere è che , come sicuramente tu già ben sai il titolare di un laboratorio, insomma quello che è sovvenzionato, privatamente o dallo stato, se entro un certo lasso di tempo non ottiene dei risultati chiaramente non riceve più fondi, quindi bisogna stare bene attenti dove finisce la ricerca e dove inizia il business, e ad oggi credo che quel limite sia stato superato molte volte.
Dal mio punto di vista, poi, 1000 topi non valgono meno di 1000 ornitorinchi o di 1000 animali di qualunque altra specie.I malatrttamenti di cui si denuncia non sono maltrattamenti "fatti per divertirsi" ma sono la sperimentazione stessa. Iniettare sostanze per testarne la tossicita il dosi necessasrie per stabilire la dose tossica o quella letale, già di per se' sono torture.


      
      
        
      
      
    
      
            
        
          
      
   
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...